LA STORIA DEL CROCCANTINO

Gustoso Intervallo nella Sinfonia del Torrone

Il Croccantino

Nella sinfonia di sapori che compone il gusto del Torrone tradizionale, il Torrone Croccantino rappresenta un delizioso intermezzo apprezzato dai palati più raffinati.

Dire Croccantino è dire San Marco dei Cavoti, perché è qui che ha origine questa variante del classico Torrone. Nel 1891 Innocenzo Borrillo, tornato al paese natale dopo un fruttuoso apprendistato presso le migliori pasticcerie napoletane, impianta il primo laboratorio di pasticceria della famiglia Borrillo e crea il delizioso Croccantino “Bacio”, un’armonia di mandorle, nocciole tostate e zucchero, rivestito di glassa al cacao.

I Baci, “sempre imitati, raggiunti mai”, come lo stesso Innocenzo, insignito del titolo di Cavaliere quale riconoscimento per la sua attività, amava ripetere, ottengono lusinghieri successi e già negli anni venti il Cavalier Borrillo deposita il brevetto e il marchio di fabbrica.

Negli stessi anni il giovane Saverio Serio, figlio d’arte, crea “Il Preferito”, personalissima versione del già conosciuto Croccantino, che negli anni Sessanta viene perfezionato con una glassatura al cioccolato. La qualità e la genuinità di questo prodotto ne facilitano l’espansione fuori del territorio regionale e nazionale.

Negli anni Settanta e Ottanta inizia l’epoca d’oro per l’industria dolciaria sammarchese. Alle aziende pioniere si affiancano altre qualificate aziende che rispettano una tradizione iniziata oltre cento anni fa, offrendo al mercato eccellenti prodotti, grazie all’impegno profuso nella scelta degli ingredienti, tutti rigorosamente di altissima e controllata qualità, alla cura e alla passione impiegati nella produzione e nella ricerca di sempre nuovi sapori e varianti del Croccantino. 

San Marco va fiero del Croccantino, quale prodotto di tono decisamente aristocratico, da gustare quasi come un pasticcino durante un coffee break, un tea time o anche solo per un raffinato peccato di gola in ogni momento della giornata.

Il Croccantino tradizionale viene realizzato seguendo scrupolosamente la ricetta messa a punto dal cavalier Borrillo nel 1891: la croccante è costituita da zucchero, mandorle, nocciole e miele ed è ricoperta da una glassa di zucchero al cioccolato.

Il Croccantino classico presenta le stesse caratteristiche del Croccantino tradizionale, con la variazione della copertura di cioccolato fondente che sostituisce la glassa. Attualmente il Croccantino classico rappresenta il prodotto principale e maggiormente diffuso sul mercato.

Croccantino Classico Tradizionale

Croccantino Classico Tradizionale

Una rarissima specialità, la croccante è costituita da zucchero, mandorle, nocciole e miele, ed è ricoperta da una glassa di zucchero al cioccolato.

Croccantino Classico

Croccantino Classico

L’erede diretto del croccantino classico tradizionale. Presenta le sue stesse caratteristiche con l’unica importante differenza dalla ricopertura in cioccolato fondente che sostituisce la glassa. La deliziosa croccante di base conta nuovi aromi e sapori, dando vita alle specialità al cioccolato fondente e al cioccolato gianduia, agli agrumi, alla noce, al caffè, al cocco.

Oggidì i Croccantini al Cocco, all’Arancia, al Limone, alla Noce, al Caffè, teneri al Gianduia, e le varianti ottenute da deliziosi sperimentazioni sul tema del cioccolato hanno giustamente meritato a San Marco l’appellativo di Paese del Torrone. 

LA LAVORAZIONE DEL CROCCANTINO

Il Croccantino di San Marco dei Cavoti nasce dall’unione di ingredienti genuini selezionati e da un lento processo di lavorazione artigianale che conserva, sebbene alcuni procedimenti siano oggi meccanizzati, intatto il fascino della tradizione. La prima operazione consiste nel trasformare lo zucchero in caramello cuocendolo all’interno di una pentola di rame (dello stesso tipo che si usava in passato) a fuoco vivace. Mandorle e nocciole, precedentemente tostate e tritate, vengono poi unite al caramello, tenendo sempre il fuoco acceso. Il risultato è la croccante, l’anima del croccantino, che, ancora calda, viene stesa a mano fino a formare una pasta coesa. Appena pronta viene immediatamente tagliata nel formato desiderato e lasciata riposare per un giorno. I pezzi di croccante così ottenuti vengono sistemati su un nastro trasportatore per essere ricoperti di cioccolato attraverso un procedimento chiamato a cascata. Il tutto viene infine raffreddato e confezionato.

Fasi di lavorazione del Croccantino

Kairos Dolcezze

Kairos, un’azienda che, grazie alla passione, all’estro e all’esperienza di Silvio, padre fondatore e Mastro Torronaro, da sempre consacra il suo lavoro ai dolci tipici di San Marco dei Cavoti, coniugando la qualità alla tradizione, le mandorle dell’Etna e le nocciole di Giffoni al cioccolato fondente, una miscela equilibrata che dona momenti di assoluta dolcezza e delicata croccantezza a chiunque ricerchi attimi di evasione, gustose pause e isole di sapore, da un tempo che scorre rapido e instancabile.

Seguici sui Social

facebook facebook

Questo sito utilizza i cookie: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.